mercoledì 19 gennaio 2011

Chi non ci crede, non investe

Relazione di Bankitalia: due dati essenziali


1) aumentano gli 'scoraggiati', cioè quelli (soprattutto donne e giovani) che non cercano lavoro perché non pensano che riusciranno a trovarne uno;
2) Il miglioramento del disavanzo "rifletterebbe principalmente una contrazione delle spese in conto capitale"


Come dire: non si investe più. Non investono le persone e, quel che è peggio, non investe lo Stato, il Governo. 


Capita, quando non si crede nell'impresa.

Nessun commento:

Posta un commento